Storia


È importante conoscere il percorso del nostra istituzione per diventare l’attuale Universidad Juárez Autónoma de Tabasco.

La storia dell’educazione superiore nello stato del Tabasco ci porta a riconoscere gli sforzi intrapresi nel 1861, dall’allora il governatore Victor Victorino Dueñas, davanti al Presidente della Repubblica Benito Juárez García, per creare un centro di formazione professionale in Tabasco.

Questa proposta fu ascoltata, e il presidente Juárez autorizzò un budget di $ 52.000,00 dai beni nazionalizzati. Così nel 1879, sono stati inaugurati i primi corsi presso l’Istituto Juarez, essendo governatore dello Stato il  Dott. Simon Sarlat Nova, ed il primo direttore dell’Istituto Manuel Sánchez Mármol.

Durante gli ultimi due decenni del XIX secolo, le offerte formative consistevano in corsi di laurea in Agricoltura, Veterinaria, Agrimensura, Notariato, Avvocatura, Commercio, Pedagogia, Giurisprudenza e Farmaceutica, nonché la scuola media e il liceo.

L’iscrizione dell’Istituto Juárez non superava i 100 studenti all’anno.

Secondo gli archivi del governo del Generale Abraham Bandala, nello stesso periodo, a causa del numero eccessivo di studenti del corso di laurea in Avvocatura, si modificarono i piani di studio e il regolamento dell’Istituto per fornire una migliore istruzione per il beneficio degli studenti e della società del Tabasco.

A quanto sopra, il 15 maggio e il 13 giugno 1895 furono emessi, rispettivamente, le modifiche delle normative interne ed i piani di studi. Secondo queste modifiche, il corso di laurea in Giurisprudenza sarebbe di 6 anni; il corso di laurea in Notariato e

Agrimensura di 3 anni e quello in Farmaceutica e Insegnamento nella Scuola Elementare dovrebbero essere di 4 anni ognuno.

Durante i primi decenni del XX secolo, furono condotte numerosi modifiche ai piani di studi e programmi; nel 1917 i corsi di laurea in Avvocatura e Notariato riiniziarono dopo esser sospesi nel 1912. Nel 1919, si chiusero i corsi di laurea in Giurisprudenza e si iniziarono i corsi di laurea in Topografia, Ragioneria del Commercio e della Scuola
Normale per i maestri.

Nel rapporto, del 16 settembre 1944, del governatore Noé de la flor Casanova informò che l’Istituto Juárez aveva 227 studenti iscritti e che il budget assegnato dal governo federale, presieduto dal Generale di divisione Manuel Ávila Camacho, era di $65, 000.00.

L’anno successivo, nella stessa data patriottica, il governatore De la Flor Casanova rivelò che il budget concesso fu aumentato di $50,00.00, quantità che consentì la costruzione dell’ala destra del palazzo, il secondo piano e l’aggiunta dell’ala sinistra per le nuove aule dell’ateneo.

Il 1 agosto 1947, grazie agli sforzi del governatore Francisco J. Santamaría, l’Istituto Juárez fece parte dell’Asociación Nacional de Universidades e Instituciones de Educación Superior (ANUIES).

Durante la direzione di Belisario Colorado, il presidente della Repubblica Miguel Alemán Valdés, fece una visita presso l’Istituto Juárez il 25 aprile 1950, nella quale richiese la fondazione dell’Università del Tabasco, la sua richiesta venne approvata e si creò il Comitato Pro Universidad del Tabasco. Nel 1954, si pubblicò la Legge Organica dell’Istituto Juárez.

Nel 1958, Antonio Ramírez Ocampo, direttore dell’Istituto Juárez, elaborò una proposta di legge per trasformare all’Istituto in Università. Dopo l’approvazione del Congresso di Stato il 20 novembre dello stesso anno ebbe luogo l’atto ufficiale e divenne ufficiale la creazione dell’Universidad Juárez Autónoma de Tabasco.

Ocampo Ramírez ebbe l’onore di essere il primo rettore dell’istituzione e di rilasciare la corrispondente legge organica. Allora, l’Università aveva un corso di laurea in giurisprudenza, ingegneria, medicina, veterinaria, zootecnia, commercio, Scuola normale per maestri, infermieristica e in ostetricia, aveva anche il liceo.

Grazie agli sforzi del Governatore Carlos Alberto Madrazo Becerra si costruì la città Universitaria, inaugurata nel 1964 dal Presidente Adolfo López Mateos in questo spazio iniziarono a offrirsi diversi corsi di laurea tranne il liceo mattutino e serali ed anche la Scuola di Medicina e Leggi che erano fuori dal campus universitario.

Nel dicembre del 1966, data memorabile, fu concessa l’autonomia del nostro ateneo, a partire d’allora, venne denominata come Universidad Juárez Autónoma de Tabasco.
Nel luglio del 1976, si pubblicò nel Giornale Ufficiale dello Stato la modificazione della legge Organica Universitaria, sulla quale si organizzano le scuole e gli istituti. In quell’anno, si creò il corso di laurea in Ingegneria Meccanica Elettrica e la laurea in amministrazione. I licei si separarono dall’Università e si costruirono al chilometro 25 dell’autostrada Villahermosa-Teapa, il campus della scuola di medicina veterinaria e zootecnia, questo campus venne chiamato “Rancho Escuela”. In questo modo iniziò il processo di decentralizzazione dell’Università.

Nel 1978, il presidente José López Portillo e il governatore Leandro Rovirosa Wade inaugurarono l’edificio della Facoltà di Giurisprudenza, che si trova nella quartiere Reforma. Nel 1982, nell’ambito del processo di decentramento universitario iniziato anni fa, furono inaugurati nella città di Cunduacán, gli edifici della Facoltà di Ingegneria dal presidente José López Portillo e, più tardi, nel mese di settembre, fu aggiunta alla facoltà, il corso di laurea in Ingegneria Chimica.

Tre anni dopo, iniziò il progetto integrale della riforma dell’università chiamata “Proyecto Excelencia y Superación Académica 1985-1988”.  Fu il primo Progetto Istituzionale di Sviluppo che promuoveva un modello universitario. Così nacquero le “Divisiones Académicas” che aggruppano tutti i programmi educativi in aree di conoscenza.

Nel 1987, il congresso locale pubblicò il Decreto 662, contenente la Legge Organica dell’Università. Nel 1990, il Consiglio Universitario approvò cinque nuovi corsi di laurea: Architettura, Gestione delle risorse naturali, Lingue, Psicologia, nutrizione e le specializzazioni in Insegnamento, Amministrazione Pubblica, Contributi Fiscali e Finanze. Il Consiglio Universitario, nel 1991, approvò la creazione della “División Académica de Educación y Artes” del campus Centro, composto dalle lauree in Comunicazione, Scienze dell’Educazione e Lingue, oltre ai laboratori culturali e il Centro linguistico. Nello stesso anno si assegnarono per prima volta le borse di studio per il lavoro docente ai professori universitari più notevoli.

Nel 1996 fu introdotta la modalità di prova generale per la qualifica professionale per laurearsi. Un anno dopo, con la finalità di estendere il servizio educativo e con il sostegno del Governatore dello Stato Roberto Madrazo Pintado, si sviluppò il progetto di costruire un nuovo campus denominato “Extensión Universitaria de los Ríos”, che si trova a Tenosique, dove oggi si offrono i corsi di laurea in Informatica Amministrativa, ed il corso di Laurea in Diritto in modalità aperta e a distanza.